bicidimont

Strade Perdute

 

E’ bello dopo tanti anni di mtb “pesante” riscoprire il piacere della leggerezza della bdc e dei grandi giri su asfalto, senza zaini sulle spalle e bici da 15 kg sotto le chiappe: basta una bella bicicletta in carbonio, un casco ultraleggero da strada e il bancomat per il pranzo, comodo, no? Poi, però, la voglia di wilderness fa capolino di tanto in tanto, e così ti assale la voglia di prendere le strade meno frequentate o addirittura dismesse, quelle chiuse al traffico perchè sostituite dai nuovi tunnel o semplicemente mai asfaltate del tutto, lavori lasciati a metà per chissà quale ragione politica. La S.S. 52 che da Cima Gogna in Cadore costeggiava la forra del Piave fin quasi Santo Stefano è una di queste strade perdute, ancora asfaltate ma ridotte in larghezza quasi a mulattiere e con qualche voragine impressionante nella sede stradale, da percorrere a velocità ridotta non solo per le buche ed i sassi, ma anche per godersi lo spettacolo della gola scavata dal fiume sottostante e dall’ambiente tipico di una uscita in mtb. Se poi, nel corso della giornata, capitasse di affrontare anche una strada per metà asfaltata e per l’altra metà sterrata… con la bdc, beh, allora vuol dire andarsela a cercare, ma perchè no? al limite si scende per un paio di km e si fa una bella camminata nel bosco. Può anche capitare d’incontrare uno in moto che superandoci ci chiede con benevola ironia se abbiamo sbagliato bici, ma alla descrizione del nostro giro se ne sta silenzioso un paio di secondi e poi ci incoraggia a continuare visto che mancano soli pochi km all’asfalto🙂

Itinerario: Esemon di Sopra-Quinis-Enemonzo-Socchieve-Ampezzo-Forni di Sotto-Forni di Sopra-Passo della Mauria-Lorenzago-Cima Gogna-Santo Stefano di Cadore-Campolongo-Forcella Lavardet-Val Pesarina-Luincis-Muina-Raveo-Esemon.

Dsitanza: 120 km, dislivello: 2200 m, tempo: 6h 30.

Questa voce è stata pubblicata il 1 settembre 2011 alle 23:18. È archiviata in bdc con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: